Domenica 14 ottobre 2019 la Pallacanestro Cantù affronta Venezia in trasferta. Coach Cesare Pancotto suona la carica durante la conferenza stampa di presentazione del match.

Pallacanestro Cantù parla coach Pancotto

Per prima cosa servirà mettersi alle spalle la sfida contro Reggio Emilia (QUI I DETTAGLI).

Qual è il vero volto di Cantù? “Stiamo crescendo in un percorso a ostacoli. Non ci siamo esaltati dopo la prima vittoria, ci è servito per fiducia. È tutto un percorso utile alla nostra crescita” ha spiegato il coach.

Americani delusi per la sconfitta? “Per cultura gli americani sono professionisti che amano vincere. Cerchiamo di sviluppare gli stessi valori tutti insieme, sia italiani che americani”.

Sulla mancanza di un leader: “Quando riconosci le tue debolezze, trovi le forze. Parliamo di quello che abbiamo in questo momento. È una squadra senza esperienza ma con tanta forza fisica. Manca un leader vocale, che si arrabbia durante gli allenamenti o in partita. Vogliamo essere più forti delle attuali debolezze. Non si compra il leader”.

Leggi anche:  Pallacanestro Cantù coach Pancotto: "Testa bassa e pedalare"

Sul match contro Venezia Pancotto spiega: “Vogliamo avere forza mentale perché dobbiamo fare partita di contenuti e valori che devono rispecchiare la crescita che stiamo avendo. Quando una squadra si trova in difficoltà serve far meglio il sistema, non tanto far cose straordinarie. Intendo fare meglio un blocco, provare il contropiede. Abbiamo differenti doti rispetto a Venezia. Per noi l’energia è fondamentale”.

L’avversario: “Venezia è una grande società, con due scudetti negli ultimi tre anni. È una squadra di talento e lunga, con un bravissimo allenatore”.

LEGGI ANCHE >> Presentata la partnership con Enerxenia