Sei vittorie consecutive, otto nelle ultime nove giornate di campionato. L’Acqua S.Bernardo Cantù ci ha preso gusto e, di certo, non intende fermarsi proprio sul più bello.

Pallacanestro Cantù domenica in campo contro Victoria Libertas

Imbattuta nel girone di ritorno di LBA – unica squadra su sedici partecipanti ad esserlo ancora – la formazione allenata da coach Nicola Brienza sta vivendo un momento straordinario, sia a livello sportivo che societario. Nelle ultime settimane sono state tantissime le notizie positive extracampo: dagli importanti rinnovi contrattuali con gli sponsor S.Bernardo e Cinelandia, rispettivamente fino al 2021 e fino al 2022, alla costruzione di uno staff tecnico valido e affamato, passando per il grande ritorno dietro la scrivania di Bruno Arrigoni, dirigente di infinita esperienza tornato in veste di consulente tecnico. Una rinascita societaria portata avanti con grande ambizione da Tutti Insieme Cantù (azionariato popolare che detiene il 100% delle quote del club), passata ovviamente anche dal campo, dove Cantù ha stupito tutti con una vittoria dietro l’altra e con un gioco corale davvero affascinante. L’intenzione, dunque, è quella di non fermarsi proprio ora, cercando di mantenere il trend positivo anche in quel di Pesaro, dove l’Acqua S.Bernardo sarà impegnata la prossima domenica, alle ore 17:30 alla “Vitifrigo Arena”, contro la Victoria Libertas per la 22esima giornata del campionato di Serie A PosteMobile 2018-2019.

La squadra avversaria

Contrariamente al “magic moment” di Cantù, la Vuelle non sta vivendo una situazione positiva in campionato, reduce da cinque sconfitte consecutive che hanno indotto la prestigiosa società marchigiana a mandare la squadra in ritiro, al fine di recuperare un po’ di forze fisiche e psicologiche in vista del rush finale di stagione. Eppure, con il cambio di allenatore Pesaro aveva ritrovato freschezza ed entusiasmo, vincendo due partite di fila molto importanti contro Torino – dopo un tempo supplementare – e in casa di Pistoia, strappando due punti in trasferta pesantissimi contro una diretta concorrente per la lotta salvezza. Esordio migliore non poteva chiedere coach Matteo Boniciolli, tornato su una panchina in Serie A dopo otto lunghi anni per sostituire coach Massimo “Cedro” Galli, con l’intento del club di invertire la rotta per raggiungere il prima possibile l’obiettivo salvezza. Poi, però, come detto, le cinque sconfitte consecutive, figlie di un calendario quasi proibitivo che ha visto la Vuelle impegnata con Brindisi, Venezia, Milano, Brescia e Trieste.

Leggi anche:  Como Calcio Carlalberto Ludi è il nuovo direttore sportvo

Pallacanestro Cantù

C’è grande entusiasmo in casa Acqua S.Bernardo Cantù. Con il cambio di proprietà avvenuto lo scorso 18 febbraio, la squadra ha beneficiato di una situazione extracampo molto più serena che ha permesso ad atleti e staff di lavorare in piena armonia, divertendosi in campo e fuori, dove i giocatori canturini stanno legando moltissimo, uscendo spesso insieme nel tempo libero per gite o cene di gruppo. Anche questo, ovviamente, aiuta a creare un feeling forte e che si tramuta poi sul campo, dove la squadra è sicuramente molto affiatata.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU