Rugby femminile una lariana con la nazionale rosa Seven a Kazan.

Rugby femminile l’Italrosa arriva settima e dice addio a Tokyo 2020

Boccone amaro per il rugby femminile italiano. La Nazionale azzurra Seven ha infatti chiuso al settimo posto il torneo di qualificazione olimpica che si è giocato nel weekend scorso a Kazan dove la squadra vincente passava direttamente a Tokyo 2020 mentre le squadre classificate come seconda e terza andranno a giocarsi un posto per le Olimpiadi in un nuovo torneo di ripescaggio. Nella rosa del Team Italia è scesa in campo anche la rugbista comasca classe 1992 Maria Magatti ora in forza al Cus Milano. Dopo la giornata inaugurale le azzurre si sono qualificate per i quarti di finale dove ieri hanno perso  per 44-0 alle padrone di casa della Russia. Nella semifinale per il quinto posto l’Italia pur giocando bene si è arresa anche alla Polonia per 12-5 . Nel terzo ed ultimo incontro l’Italseven femminile ha chiuso in bellezza battendo per 29-14 la Romania e conquistando il settimo posto che però non vale il biglietto per Tokyo 2020.

Leggi anche:  Como Calcio mister Banchini: "Contro la Pergolettese gara molto importante"

Questi i risultati della seconda  giornata di ieri
Russia – Italia 44-0
Polonia – Italia 12-5
Italia – Romania 29-14

Questi i risultati della prima giornata di sabato 13:
Polonia – Italia 29-10
Francia – Italia 40-0
Italia – Moldavia 38-0

 

ITALIA SEVEN FEMMINILE
Micol Cavina  (INZIATIVE-VILLORBA RUGBY)
Giada Franco (RUGBY COLORNO)
Alessia Gronda  (CUS TORINO)
Laura Gurioli (INIZATIVE-VILLORBA RUGBY)
Isabella Loocatelli (RUGBY MONZA 1949)
Maria Magatti (CUS MILANO)
Benedetta Mancini (UNIONE RUGBY CAPITOLINA)
Laura Paganini (CUS MILANO RUGBY)
Beatrice Rigoni (VALSUGANA RUGBY PADOVA)
Francesca Sgorbini (RUGBY COLORNO)
Michela Sillari (RUGBY COLORNO)
Sofia Srefan (VALSUGANA RUGBY PADOVA)

Rugby donne Maria Magatti infortunata
Maria magatti in azzurro

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU