Tennis Cantù presentato ieri i torneo internazionale di tennis in carrozzina.

Tennis Cantù ben 80 atleti sui campi di Corso Europa

Al Tennis Cantù è iniziato il conto alla rovescia per l’inizio della seconda edizione del trofeo internazionale “Città di Cantù” inserito nel calendario mondiale Itf Wheelchair. La grande manifestazione è stata presentata giovedì alla presenza delle autorità cittadine e del settore, oltre che ad un padrino d’eccezione come già era stato un anno fa, quale il celebre “Charlie” il coach di basket Carlo Recalcati. Con lui sono intervenuti la vice presidente del Circolo Tennis Cantù Ilenia Brenna, l’assessore allo Sport del Comune di Cantù Sofia Guanziroli, la presidente delll’Osha-Asp di Como Mariangela Volpati, la delegata provinciale del Coni Katia Arrighi, ma anche Daniela Maroni, delegata provinciale del Cip (Comitato Italiano Paralimpico), il delegato provinciale e consigliere regionale della Federazione Italiana Tennis Walter Schmidinger e ovviamente il padrone di casa il direttore del torneo, Nicola Trincavelli.

Numeri da record per la seconda edizione

Numeri da record per quest seconda edizione che nonostante la concomitanza con altri cinque appuntamenti internazionali presenterà ai nastri di partenza sui campi brianzoli di Corso Europa nei tre tornei previsti ben ottanta atleti in arrivo da 20 nazioni diverse, trentacinque dei quali tra i primi 100 al mondo nelle categorie maschile, femminile e Quad. Cinquanta persone coinvolte nell’organizzazione dell’evento tra cui anche i volontari dell’Osha-Asp (associazione che collabora con l’organizzazione) e quelli dell’Aism di Como che metteranno a disposizione due van per i collegamenti tra gli aeroporti e la sede delle partite.

Leggi anche:  Tennis Cantù Itf di Wheelchair Città di Cantù un trionfo

Le date da ricordare

Il torneo scatterà giovedì 25 aprile per concludersi domenica 28 con le finali dei singoli in mattinata e dei doppi nel pomeriggio. Ricordiamo che la prima edzione nel 2018 trionfarono Giulia Capocci nel torneo femminile (oggi numero 5 al mondo, nei quarti di finale agli Australian Open) e gli olandesi Ruben Spaargaren nel maschile (oggi 15° al mondo) e Niels Vink nel Quad (numero 18 del ranking iridato, unico post 2000 – è un 2002 – tra i primi 50 al mondo).

Le parole della stella canturina Mauro Curioni

Il rappresentare il tennis nostrano anche quest’anno scenderà in campo Mauro Curioni, giocatore e stella dell’Osha-Asp che ha dato una mano fondamentale all’organizzazione e che ieri si è prestato in ottima forma:  “Sto bene è vero ma sinceramente quest’anno sarà durissima con 80 atleti in campo – ha detto – C’erano cinque tornei, non credevamo in una simile affluenza. Siamo felicissimi e speriamo che il bel tempo sia al nostro fianco. ma sul campo per me sarà più difficile dell’anno scorso”.

Tennis Cantù presentazione 2° Città di cantù

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU